La biblioteca comunale di Predazzo ha chiuso i battenti venerdì scorso per aprirli, 150 metri più in là, il prossimo 24 febbraio quando sarà inaugurata “La Stazione – Destinazione cultura”.

La vecchia biblioteca, aperta nel luglio del 1992, è stata salutata con una torta libro, bella e buona, realizzata da Valeria De Gregorio, animatrice del primo gruppo di lettura promosso dalla biblioteca “I golosi di libri” cui si è recentemente aggiunto quello degli “asSAGGIatori”. Anche se si è trattato di un addio, nonostante si siano respirate anche punte di nostalgia fra gli affezionati frequentatori, si è trattato di una festa. Nelle scorse settimane la biblioteca aveva peraltro predisposto un tavolo imbandito e degli originali fogli a mo’ di ornamenti di uno speciale albero di Natale, con l’invito ai frequentatori di esprimere un pensiero sulla loro esperienza dentro quelle sale. Si è così formato un ricchissimo albero natalizio con commenti densi di nostalgia, di riconoscenza, ma anche di grandi aspettative per la nuova biblioteca che si chiamerà appunto “La stazione” dove si partirà per un’unica “destinazione cultura”.

In questi giorni si stanno completando i lavori di sistemazione degli arredi e quindi la biblioteca inizierà a trasferire libri e bagagli nella nuova struttura dove ci saranno molti più spazi per le persone e per le attività che si andranno a proporre.

Ci spiace per il disagio che il periodo di chiusura provocherà ma siamo certe della vostra comprensione. Come potete immaginare trasferire 40.000 libri e soprattutto un intero servizio necessita un tempo dedicato. Se avete materiale da restituire potete farlo nell’apposito bibliobox sito all’esterno della “vecchia” biblioteca oppure tenerlo e riportarcelo dal 24 febbraio presso “La Stazione”.

Se invece volete prendere qualche libro in prestito potete rivolgervi alle biblioteche pubbliche comunali di Tesero e Cavalese per la valle di Fiemme, oppure Moena, San Giovanni e Canazei in val di Fassa.


WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux